Per le parti più “utilizzate” dello specchio d’acqua del Tevere a Roma e delle sponde adiacenti, appena aggiudicato dalla Regione Lazio il nuovo bando per garantire servizi di pulizia, rimozione dei rifiuti e monitoraggio continuo nel tratto di competenza tra Castel Giubileo e l’Isola Tiberina.

L’azione si affianca a quella di certificazione di sicurezza delle installazioni galleggianti (barconi e fermate di battelli) da Castel Giubileo alla Foce, promossa dalla stessa Regione Lazio e dalla Capitaneria di Porto di Roma e con esiti verificati a partire dal 1° ottobre 2017.

Primi importanti concreti passi strutturali e non episodici – da molti anni a questa parte – per un Tevere a Roma sempre più accessibile e sicuro, accogliente e vivibile, integrato e “smart”, magari con finalizzazione cronologica realistica per i 150 anni (nel dicembre 2020) dalla disastrosa piena che portò alla successiva costruzione dei Muraglioni del Centro Storico, a sua volta caduta fra la Presa di Roma e la Proclamazione di Roma a Capitale d’Italia: dal fiume attorno al quale è sorta la Città, un possibile segno – materiale e simbolico – di rinascita.

http://www.regione.lazio.it/rl_main/?vw=newsDettaglio&id=4149

Condividi l'articolo con gli amici.